sabato 9 febbraio 2008

PARTIRE E’...



Partire è uscire da sé.
Partire è smettere di girare attorno a noi, come se fossimo al centro del mondo.
Partire è non lasciarsi chiudere dal piccolo mondo cui apparteniamo:
l’umanità è più grande, è essa che dobbiamo servire.

Partire è aprirci agli altri, scoprirli, farci loro incontro,
aprirci alle idee, anche a quelle diverse, avere il fiato di un buon camminatore.
Felice chi comprende e vive questo pensiero:
”Se non sei d’accordo con me, tu mi fai più ricco”.
Un buon camminatore sa che il grande viaggio è quello della vita.

Beato chi si sente eternamente in viaggio
E in ogni prossimo vede un compagno desiderato.
Un buon camminatore si preoccupa dei compagni stanchi.
Li prende dove li trova.
Li ascolta con amore, ridà loro coraggio per il cammino.
Andare avanti solo per andare avanti non è vero camminare.
Camminare è andare verso qualche cosa; è prevedere l’arrivo.

Partire è mettersi in marcia
E aiutare gli altri a cominciare la stessa marcia
Per costruire un mondo più giusto e umano.

Helder Camara

3 commenti:

Lorenzo ha detto...

Bellissimo questo pensiero... non conosco questo Helder Camara ma è davvero un grande! :D Grazie per avermelo fatto consocere!

Peppe ha detto...

Caro Lorenzo è un onore avere un commento di un blogger come te, che stimo moltissimo e che leggo sempre volentieri. Davvero un grande onore.
Helder Camara è davvero un grande, già. Semplice, e dritto al cuore, come le cose più vere.
un sorriso

Anonimo ha detto...

11 milioni di bambini muoiono ogni anno di fame?

Tu, prenditi uno solo e nutrilo quest'anno,e avrai salvato già una vita.

Grazie Beppe per questi numeri, ma più che numeri, sono persone.Speriamo che molti possano leggere il tuo blog.