mercoledì 2 aprile 2008

VOLARE


"Egli imparò a volare,
e non si rammaricava per il prezzo che aveva dovuto pagare.
Scoprì che erano la noia e la paura e la rabbia
a rendere così breve la vita di un gabbiano.

E il gabbiano Jonathan Livingstone visse il resto dei suoi giorni
esule e solo.

Volo' oltre le Scogliere Remote.
Il suo maggior dolore non era la solitudine, era che gli altri gabbiani si rifiutassero di credere e aspirare alla gloria del volo.
Si rifiutavano di aprire gli occhi per vedere"

"Il gabbiano Jonathan Livingstone"

3 commenti:

Lorenzo ha detto...

Bellissimo questo libro! :)

federico ha detto...

hola, Peppe! :)
a proposito di volare, ho deciso che da venerdì non vengo più in ufficio... a giugno parto per la Finlandia, quindi è inutile stare lì a perder tempo.

grazie per l'accoglienza, sei stato un maestro prezioso... ci sentiamo!

Alidiluna ha detto...

Bravo Peppe...
mi è piaciuto tanto il tuo blog..
Ali